Blog: http://Pardo.ilcannocchiale.it

QUESTIONI LINGUISTICHE

Gino Spadon spiega che ha definito la Carfagna "etimologicamente perfetta" perché ha voluto dare "carinamente" della serva alla signora ministra, ricordando che "ministro" significa originariamente "servo". Il "carinamente" nulla toglie all'intenzione ingiuriosa. Sarebbe come se io se dicessi di lui che è aitante e senza bastone, sperando che qualcuno ricordi che "senza bastone" è l'etimologia di "imbecille". Non bisogna insultare il prossimo, nemmeno in modo criptico: o non si ci si fa capire o l'insulto rimane insulto. E non bisogna poi meravigliarsi se qualcuno risponde per le rime. Per gli impegni pregressi lui resta del suo parere. Faccia pure: ma non dimostra certo che la ministra abbia sbagliato.

Al signor Montermini, che giustifica la pronuncia di s-cervellarsi per scervellarsi, nel senso che sarebbe addirittura da preferirsi, faccio semplicemente notare che le nostre opinioni non possono prevalere né sull'uso né sull'opinione dei dizionari. Per questi ultimi "scervellarsi" e "scentrare" si pronunciano con il suono "sc" di scena. Sciabattare invece è verbo non registrato.

Sul perché, nell'espressione "perlopiù", si usi "lo" invece di "il" non dispongo di dati ma non riesco a dimenticare che in spagnolo si usa l'articolo "lo" invece di "el" quando - secondo la loro terminologia - è articolo neutro. "Lo mio" significa "ciò che è mio". Dunque potrebbe trattarsi di un'espressione influenzata dalla lingua spagnola.

Gianni Pardo.


Pubblicato il 27/11/2008 alle 8.3 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web