.
Annunci online

giannipardo1@gmail.com
POLITICA
4 ottobre 2018
SONO STATO STUPRATO
Chiedo scusa se denuncio il fatto con molto ritardo, ma prima mi sono vergognato. È soltanto in questo clima di maggiore libertà che mi sento in grado di chiedere giustizia. Sono un anziano signore dai capelli bianchi ma ora mi sono ricordato che, a quattordici anni, ero una graziosa adolescente e una sera, non ricordo in che anno, sono andata ad una festa da ballo in famiglia. A conclusione della serata uno dei ragazzi si è offerto di riaccompagnarmi a casa e ingenuamente ho detto di sì. Il giovane, un ragazzone biondo – o forse bruno, non sono sicura – mi ha portata invece in una strada buia dove, approfittando della luce insufficiente, o del fatto che i vetri erano appannati perché era inverno, o forse primavera, ha cominciato a palpeggiarmi. Io sapevo che era più forte di me e dunque, temendo il peggio, non mi sono difesa. Anzi, l’ho incoraggiato e così mi ha violentata. Non ricordo esattamente che cosa ha fatto, ma sono rimasta molto scossa, mi sono vergognata e arrivata a casa non ne ho parlato con nessuno. 
Non ho più rivisto quel giovane, e non saprei descriverlo, ma mi è sembrato di riconoscerlo fra i deputati di Forza Italia. Potreste, nel dubbio, arrestarli tutti e offrirmi intanto un risarcimento di due milioni di euro? 
 In seguito ho anche cambiato sesso e dopo che tutti hanno denunciato il loro stupro, denuncio anch’io il mio, anche perché diversamente mi sentirei un diverso, qualcuno che mai nessuno ha giudicato desiderabile.
Nel caso non si riuscisse ad individuare il colpevole (basterebbe tenere tutti quei deputati in galera finché uno di loro confessi), chiedo di essere indennizato a spese dello Stato. 
Accludo il mio Iban: IT523254000000546658479. 
Gianni Pardo, giannipardo1@gmail.com 
4 ottobre 2018



permalink | inviato da Gianni Pardo il 4/10/2018 alle 7:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Non riesco nemmeno io ad inserire un commento. Chi volesse farlo lo inserisca in calce all'identico articolo, rinvenibile su giannip.myblog.it Prendete comunque nota dell'indirizzo giannip.myblog.it per i momenti in cui "il Cannocchiale" non è accessibile. Per comunicazioni, giannipardo1@gmail.com.