.
Annunci online

giannipardo@libero.it
POLITICA
29 giugno 2018
LA GUERRA CIVILE DELLA SINISTRA
Un articolo di parte, ma sul quale è inevitabile riflettere, perché anche noi, in Italia, abbiamo vissuto qualcosa del genere.
Jack Minzey, morto un paio di mesi fa, è stato capo del Department of Education at Eastern Michigan University.

UNA GUERRA CIVILE CONTEMPORANEA

Come si hanno le guerre civili?
Due o più fazioni non sono d’accordo su chi deve governare il Paese. E non possono risolvere la questione con delle elezioni perché essi non sono nemmeno d’accordo su come si debba decidere chi deve comandare. E questo è qui l’argomento centrale. Chi decide chi comanda? Quando due si odiano ma accettano i risultati delle elezioni, avete un Paese. Quando smettono di accettare i risultati delle elezioni, avete un conteggio alla rovescia per la guerra civile.
Le indagini di Müller hanno per scopo quello di togliere il potere al Presidente Trump e di ribaltare i risultati di un’elezione. Lo sappiamo tutti.  Ma non è la prima volta che lo hanno fatto. La prima volta che un Presidente repubblicano ha vinto le elezioni, in questo secolo, hanno detto che non aveva realmente vinto. È stata la Corte Suprema a concedergli la vittoria. In questo c’è un modello.
Che senso hanno realmente le previsioni sicure che i democratici rigetteranno il prossimo Presidente repubblicano? Il senso è che essi non accettano i risultati di nessuna elezione che essi stessi non abbiano vinto. Il senso è che essi non credono che il trasferimento dei poteri in questo Paese sia determinato dalle elezioni.
Ecco la guerra civile.
Non si hanno sparatorie. A meno che non contiate il tentativo di uccidere un branco di repubblicani in campo di pratica di baseball per beneficenza. Ma i democratici hanno rigettato il nostro sistema di governo. 
Questo non è dissenso. Non è disaccordo. Potete odiare il partito avverso. Potete pensare che essi costituiscano la cosa peggiore che sia mai capitata al vostro Paese. Me poi voi lavorate duro per vincere le prossime elezioni. Quando voi invece realmente contestate i risultati delle elezioni che non avete vinto, ciò che desiderate è la dittatura.
La vostra propria dittatura.
L’unico esercizio legittimo di potere in questo Paese, secondo i democratici, è il loro. Ogni volta che i repubblicani esercitano il potere, esso è intrinsecamente illegittimo. I democratici hanno perso il Congresso. Hanno perso la Casa Bianca. E così che cosa fanno? Cominciano a provare a governare il Paese attraverso i giudici federali e i burocrati. Ogni volta che un giudice federale emette un ordine secondo il quale il Presidente degli Stati Uniti non può grattarsi la schiena senza il suo consenso, questa è guerra civile.
Il nostro sistema di governo è fondato sulla costituzione, ma questo non è il sistema che governa questo Paese. Il sistema dei democratici è che ogni parte del governo che esso comanda nel Paese dispone di un potere illimitato e totale sul Paese stesso.
Se i democratici sono nella Casa Bianca, il Presidente può fare qualunque cosa. E intendo proprio qualunque cosa. Può avere la sua propria amnistia per gli immigranti illegali. Può multarvi se non avete l’assicurazione contro le malattie. Il suo potere è illimitato. È un dittatore.
Ma quando i repubblicani entrano nella Casa Bianca, improvvisamente il Presidente non può più far nulla. Non gli è nemmeno permesso di disfare l’illegale amnistia riguardante gli illegali che il suo predecessore ha illegalmente inventato. Un democratico alla Casa Bianca ha la “discrezionalità” di decidere completamente ogni aspetto della politica sull’immigrazione. Un repubblicano non ha nemmeno la “discrezionalità” di rovesciarla. Ecco come viene giocato il gioco. Ecco come è governato il nostro Paese. Triste ma vero, anche se la sinistra ancora non ha vinto questa particolare battaglia. 
Quando un democratico è alla Casa Bianca, gli Stati non hanno nemmeno il permesso di applicare le leggi sull’immigrazione. Ma quando un repubblicano è alla Casa Bianca, gli Stati possono creare le loro proprie leggi sull’immigrazione. Sotto Obama, uno Stato non aveva nemmeno il permesso di andare al gabinetto senza essere autorizzato. Ma sotto Trump, Jerry Brown può andare in giro dicendo che la California è una repubblica indipendente e può firmare trattati con altri Paesi.
La Costituzione avrebbe qualcosa da dire, al riguardo.
Che si tratti di sinistra federale, statale, esecutiva, legislativa o giudiziaria, essa esercita il suo potere in tutto il Paese per governarlo. Se controlla un’istituzione, questa istituzione è improvvisamente il supremo potere della nazione. Ecco che cosa chiamo una dittatura mobile. 
Donald Trump ha fatto sì che il Governo Ombra sia uscito dal suo nascondiglio: il governo professionale è una corporazione. Come le corporazioni medievali. Non puoi esercitare se non ne sei un membro. Se non sei stato indottrinato nei suoi arcani rituali. Se non sei nel club. E Trump non è nel club. Ha portato con sé un branco di individui che non sono nel club.
Ora noi vediamo che cosa fanno i professionisti quando i dilettanti cercano di prevalere su di loro. Li spiano, li investigano e li mandano in galera. Usano gli strumenti del potere per annientarli.
Questo non è un Paese libero.
Non è un Paese libero quello in cui gli agenti dell’FBI che sostengono Hillary contraggono un’assicurazione contro la possibilità che Trump vinca le elezioni. Non è un Paese libero quando i funzionari di Obama si impegnano nello smascheramento dell’opposizione. Non è un Paese libero quando i media rispondono al fatto che l’oppositore abbia vinto bandendo i media conservatori che lo hanno sostenuto dai social media. Non è un Paese libero quando tutto ciò che si è detto collude insieme per rovesciare le elezioni perché il tizio che si supponeva non vincesse si è permesso di vincere.
Non abbiate dubbi, siamo in una guerra civile fra un governo di dilettanti conservatori e un governo professionale democratico di sinistra.
Jack Minzey
(Traduzione dall’inglese di Gianni Pardo)

Civil War
How do civil wars happen?
Two or more sides disagree on who runs the country. And they can't settle the question through elections because they don't even agree that elections are how you decide who's in charge. That's the basic issue here. Who decides who runs the country? When you hate each other but accept the election results, you have a country. When you stop accepting election results, you have a countdown to a civil war.
The Mueller investigation is about removing President Trump from office and overturning the results of an election We all know that. But it's not the first time they've done this. The first time a Republican president was elected this century, they said he didn't really win. The Supreme Court gave him the election. There's a pattern here.
What do sure odds of the Democrats rejecting the next Republican president really mean? It means they don't accept the results of any election that they don't win. It means they don't believe that transfers of power in this country are determined by elections.
That's a civil war.
There's no shooting. At least not unless you count the attempt to kill a bunch of Republicans at a charity baseball game practice. But the Democrats have rejected our system of government.
This isn't dissent. It's not disagreement. You can hate the other party. You can think they're the worst thing that ever happened to the country. But then you work harder to win the next election. When you consistently reject the results of elections that you don't win, what you want is a dictatorship.
Your very own dictatorship.
The only legitimate exercise of power in this country, according to Democrats, is its own. Whenever Republicans exercise power, it's inherently illegitimate. The Democrats lost Congress. They lost the White House. So what did they do? They began trying to run the country through Federal judges and bureaucrats. Every time that a Federal judge issues an order saying that the President of the United States can't scratch his own back without his say so, that's the civil war.
Our system of government is based on the constitution, but that's not the system that runs this country. The Democrat's system is that any part of government that it runs gets total and unlimited power over the country.
If the Democrats are in the White House, then the president can do anything. And I mean anything. He can have his own amnesty for illegal aliens. He can fine you for not having health insurance. His power is unlimited. He's a dictator.
But when Republicans get into the White House, suddenly the President can't do anything. He isn't even allowed to undo the illegal alien amnesty that his predecessor illegally invented. A Democrat in the White House has 'discretion' to completely decide every aspect of immigration policy. A Republican doesn't even have the 'discretion' to reverse him. That's how the game is played That's how our country is run. Sad but true, although the left hasn't yet won that particular fight.
When a Democrat is in the White House, states aren't even allowed to enforce immigration law. But when a Republican is in the White House, states can create their own immigration laws. Under Obama, a state wasn't allowed to go to the bathroom without asking permission. But under Trump, Jerry Brown can go around saying that California is an independent republic and sign treaties with other countries.
The Constitution has something to say about that.
Whether it's Federal or State, Executive, Legislative or Judiciary, the left moves power around to run the country. If it controls an institution, then that institution is suddenly the supreme power in the land. This is what I call a moving dictatorship.
Donald Trump has caused the Shadow Government to come out of hiding: Professional government is a guild. Like medieval guilds. You can't serve in if you're not a member. If you haven't been indoctrinated into its arcane rituals. If you aren't in the club. And Trump isn't in the club. He brought in a bunch of people who aren't in the club with him
Now we're seeing what the pros do when amateurs try to walk in on them. They spy on them, they investigate them and they send them to jail. They use the tools of power to bring them down.
That's not a free country.
It's not a free country when FBI agents who support Hillary take out an 'insurance policy' against Trump winning the election. It's not a free country when Obama officials engage in massive unmasking of the opposition. It's not a free country when the media responds to the other guy winning by trying to ban the conservative media that supported him from social media. It's not a free country when all of the above collude together to overturn an election because the guy who wasn't supposed to win did. 
 Have no doubt, we're in a civil war between conservative volunteer government and a leftist Democrat professional government. 




permalink | inviato da Gianni Pardo il 29/6/2018 alle 12:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Per favore, prendete nota dell'indirizzo giannipardo@libero.it, per i momenti in cui "il Cannocchiale" non è accessibile.