.
Annunci online

giannipardo1@gmail.com
CULTURA
29 novembre 2008
I TRE ASTROLOGI

SVILUPPI DELLA CRISI ECONOMICA

Un giorno il re, preoccupato per la situazione economica, convocò i più grandi astrologi del regno. Costoro, in sua presenza, si lanciarono in profondi calcoli, esaminarono il fegato di alcuni animali all’uopo sacrificati, studiarono i fondi di caffè e tennero conto della situazione degli astri. Ognuno impiegò non meno di due ore per dare il proprio responso. “La crisi finirà fra un anno e tre mesi”, concluse il primo. Il secondo fu più ottimista: “La crisi finirà fra cinque mesi e sei giorni”. Il terzo si avanzò scuotendo la testa e disse con tristezza: “Purtroppo, la crisi finirà fra tre anni e quattro mesi”. Il re fu molto perplesso: dinanzi a previsioni così diverse, come regolarsi?

A questo punto il buffone di corte chiese la parola. “E va bene, facci almeno ridere tu”. “Maestà, per una volta vorrei parlare seriamente. Vorrei dire quando finirà la crisi”. “Ah, perché tu lo sai? Tu che non sai nemmeno interpretare il volo degli uccelli, che non hai fatto nessun calcolo, tu lo sai?” “Maestà, la crisi finirà fra quattordici mesi, ventotto giorni, nove ore, sedici minuti e quattro secondi a partire da… ora”. Il re rise: “Ma quanto sei simpatico!”

Il buffone rimase serio: “Eh no, maestà, mi scusi ma lei doveva ridere anche per le previsioni dei professionisti. Non sono più seri di me”.

Gianni Pardo, giannipardo@libero.it


29 novembre 2008




permalink | inviato da giannipardo il 29/11/2008 alle 9:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Non riesco nemmeno io ad inserire un commento. Chi volesse farlo lo inserisca in calce all'identico articolo, su giannip.myblog.it Prendete comunque nota dell'indirizzo giannip.myblog.it per i momenti in cui "il Cannocchiale" non è accessibile. Per comunicazioni, giannipardo1@gmail.com.